CerealReishi BIO gusto Cicoria solubile by Mercurio Erbe Vedi a schermo intero

CerealReishi BIO gusto Cicoria solubile by Mercurio Erbe

Un'esclusiva di Mercurio Erbe, questo prodotto biologico al reishi conserva il piacere di una calda bevanda al gusto di cicoria e le grandi qualità del Ganoderma Lucidum.

Maggiori dettagli

0920

Disponibilità: Questo prodotto non è più disponibile


Avvisami quando disponibile

15,00 €

Aggiungi al carrello

Il CerealReishi BIO gusto Cicoria è preparato esclusivamente con ingredienti selezionati biologici e trasformati senza Senza conservanti, Senza alcool, Senza coloranti, Senza eccipienti, Senza zucchero aggiunto, Senza stabilizzanti, Senza acidificanti, Senza olio di palma e Senza grassi.

Il CerealReishi BIO gusto Cicoria è indicato anche per Vegetariani e Vegani in quanto non contiene nessun prodotto animale o di derivazione animale.

SENZA CAFFEINA - La versione "gusto cicoria" di CerealReishi BIO è una bevanda solubile istantanea dedicata agli amanti del caffe' di cereali o d'orzo che non contiene caffeina. Con una confezione da 150 gr si possono fare circa 50 tazzine da caffè di bevanda.

NO ZUCCHERO - Non contine zucchero, ne' caffeina, come detto, ne additivi di alcun genere, rendendola un'ottima sostituzione al caffè serale.

AI CEREALI &... - Questa bevanda contiene, oltre al Ganoderma Lucidum (Reishi), Orzo, Orzo maltato, Segale, Cicoria e Fichi.

CerealReishi è una bevanda istantanea con principi attivi performanti della snellezza del punto vita. Il principio attivo è un Polisaccaride; si estrae dal Ganoderma Lucidum (Reishi). La bibliografia tratta dalla M.T.C. (tradizione cinese) esalta le proprietà del Reishi conosciuto e usato in cina da oltre 4 millenni.

Per un corretto utilizzo: Mettere in una tazzina un cucchiaino di prodotto solubile e versarci sopra acqua calda e zucchero a piacimento.

Clicca su Download, sotto la foto a sinistra, per scaricare la brochure.

Contenuto: 150 gr per circa 50 dosi.

CURIOSITA' E LEGGENDE SULLA CICORIA

Le radici della Cicoria, spesse e carnose, venivano seccate, tostate e macinate e poi aggiunte ad alcune varietà di caffè per rafforzarne il sapore. In infusione, invece, venivano usate come sostitute del caffè. Questo infuso è noto come “caffè di Prussia”.

Una leggenda Rumena narra di come il Sole si innamorò di Floridor e le chiese di sposarlo. La fanciulla lo rifiutò ed il Sole, irato, la trasformò nel fiore della cicoria, condannandola ad aprirsi all’alba e chiudersi al tramonto, guardandolo ogni momento della giornata. Motivo per cui, questo fiore, viene chiamato anche “Sponsa Solis” ovvero “Sposa del Sole”.

Una leggenda Bavarese narra di una principessa abbandonata dal suo sposo perché sedotto da una ninfa. La principessa non riuscendo a superare il dolore chiede agli Dei di morire per non rivedere mai più il suo amato. Anche le damigelle pregarono gli Dei, ma chiesero di essere sempre viste dal principe. Gli Dei esaudirono i loro desideri e trasformarono la principessa in un bellissimo fiore bianco, e le damigelle in piccoli fiori azzurri di cicoria che crescevano lungo le strade dove passava il principe, per ricordar lui il torto commesso. Per questo motivo in lingua tedesca la cicoria si chiama anche “wegwarte” ovvero “guardiana delle strade”.

Secondo gli Erbari Medievali la cicoria va raccolta nella notte di San Giovanni mediante l’uso di una lama d’oro, a mezzanotte e nel silenzio più assoluto, in questo modo chi la porta addosso potrà aprire serrature, diventare invisibile e scoprire tesori nascosti. 

INFORMAZIONI SULL'INULINA

Tra i FruttoOligoSaccaridi (FOS) è inclusa anche l’inulina,un polimero del fruttosio. E’ contenuta nella cicoria da cui viene estratta ma può essere  anche sintetizzata chimicamente.
Alcuni studi clinici hanno dimostrato che l’assunzione di inulina facilita lo sviluppo e la crescita di microrganismi specifici:i bifidobatteri presenti nella flora intestinale. Questo aumento sembra svolgere un ruolo importante per la salute umana. Ne deriva che all’inulina e ai FOS è attribuito un ruolo come prebiotici.
Inuline; sono carboidrati che appartengono alla classe dei fruttani; si ottengono dalle radici della cicoria e del carciofo.
L'inulina è l'oligosaccaride tipico delle Asteraceae (Composite) (Cicoria). Si tratta, in sostanza, di una fibra solubile composta da lunghe catene di fruttosio, che non passando attraverso i villi intestinali non viene assimilata dall’organismo.
Nonostante per l'uomo risulti indigeribile, l'inulina possiede caratteristiche molto interessanti. Grazie alla sua capacità di favorire la digestione e ridurre la produzione di gas intestinali è un ingrediente tipico di molti integratori alimentari. L'aspetto più interessante di questa fibra riguarda la sua capacità di elevare la percentuale di Bifidobacteria nella flora microbica intestinale, diminuendo contemporaneamente la densità di batteri nocivi.

Effetti positivi associati all'uso di inulina

  • Aumento della massa fecale e del numero di evacuazioni
  • Accrescimento selettivo di batteri "buoni, detti eubiotici, responsabili degli effetti benefici dell'inulina
  • Aumentato assorbimento di calcio, ferro e magnesio
  • Non aumenta la glicemia ed è adatta anche all'alimentazione dei diabetici
  • Possibile effetto positivo sulla concentrazione di colesterolo e trigliceridi nel siero


L'inulina viene estratta principalmente dalla radice di
cicoria ma anche dalla pianta dell’Agave dal tartufo bianco e dai tuberi di Topinambur. Appartiene alla classe dei prebiotici, componenti alimentari non digeribili che stimolano la proliferazione di numerosi batteri del colon. In particolare viene utilizzata come fonte nutritiva dai batteri "buoni", che si riproducono neutralizzando sotto numerosi aspetti quelli patogeni. Molti alimenti probiotici vengono potenziati con inulina proprio per migliorare la sopravvivenza dei fermenti lattici e fornire un substrato specifico alla flora batterica intestinale.
Dall'idrolisi enzimatica dell'inulina si ricavano i cosiddetti FOS (Frutto-Oligo-Saccaridi), sostanze prebiotiche
con caratteristiche ed attività analoghe.